Pagine

mercoledì 16 marzo 2016

Ash è tornato...



... un po' attempato, ma è tornato.
Adoro la trilogia de La casa di Sam Raimi, ma sono soprattutto una grandissima fan di Ash Williams (Bruce Campbell), il personaggio che più si è affermato nella storia del cinema horror. Dopo aver visto L'armata delle tenebre, ho capito che il mio sogno non è trovare un principe azzurro a cavallo di un bianco destriero, ma un Ash con un Remington a doppia canna e motosega. Dopo questa breve premessa, arrivo al punto: con grande giubilo ho accolto la notizia dell'uscita della serie prodotta da Starz nel 2015, Ash Vs. Evil Dead, una sorta di continuo dell'ultimo film della Trilogia. Ci ritroviamo catapultati nel presente, Ash è palesemente appesantito dagli anni nel corpo, ma non nello spirito (è rimasto sempre il solito fenomeno da baraccone, pronto a far danni, ma anche incredibilmente capace a risolverli, più o meno). Lavora come commesso al Value Stop, trascorre le sue serata a bere e farsi le donne che riesce ad abbindolare con la storia della sua mano, persa dopo aver salvato un bambino di otto anni bloccato sui binari (certo, come no...). Però, dopo qualche tiro di marijana, fa un passo falso: legge insieme ad una prostituta dei versi dal Necronomicon. Il dado è tratto: le forza del male sono di nuovo pronte a fare a pezzi l'umanità. Riuscirà il nostro eroe a rispedirle da dove sono venute? Ad affrontare questa nuova avventura Ash non sarà solo, ma avrà al suo fianco Pablo (Ray Santiago) e Kelly (Dana DeLorenzo), due giovani colleghi del Value Stop. A rendere difficile l'impresa, non saranno solo i demoni, ma, inizialmente, anche la poliziotta Amanda (Jill Marie Jones), determinata a scoprire cosa sia successo nella casa dove ha perso la vita il proprio collega, trasformatosi in un mostro dopo essere stati aggrediti da una ragazza posseduta da un demone kandariano, e una strana donna che vuole mettere fine a questa strage, e vuole farlo liberandosi di Ash, responsabile, secondo lei, della terribile piaga che affligge il mondo.
Certo, io sarò di parte, ma ho trovato questa serie spettacolare. Forse un po' carente nel finale, ma in linea con lo spirito di Ash, che non poteva scegliere di fare altrimenti. Spassosa e splatter al punto giusto, Ash Vs. Evil Dead è da vedere non solo se sei un fan della Trilogia di Sam Raimi, ma anche se ti piace l'horror misto a un'ironia dissacrante.

6 commenti:

  1. Ash vs. Evil Dead è da vedere, punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo possa piacere a tutti.

      Elimina
  2. Mi ha molto divertito... Inizialmente ero scettico, perchè pensavo ad un effetto nostalgia, ma poi mi sono ricreduto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ero scettica prima di vederlo, ma dalla prima puntata è stato amore a prima vista!

      Elimina
  3. Voglio vederlo, non ci sono cazzi.
    Anche perché, diciamocelo, Bruce Campbell.
    Cioé, Autolico, rendo l'idea?

    RispondiElimina

Uno dei motivi per cui tengo in vita questo blog è sentire LE VOSTRE opinioni. Mi piace confrontarmi, quindi commentate. Mi renderete una persona più felice :)