Pagine

giovedì 1 maggio 2014

20 anni di musica.

20 anni fa, io nascevo. Era il 1994. Erano altri tempi, in cui la gente viveva meglio e Berlusconi cominciava la sua ascesa al potere. Insomma, si prospettava proprio un gran futuro per tutti noi.
Ripensando a questi 20 anni della mia vita, mi sono accorta che ogni periodo ha la sua particolare colonna sonora.

I primi anni di vita furono scanditi da un ascolto passivo. Non decidevo mai cosa ascoltare ovviamente, ma non mi lamentavo. Ricordo i viaggi per raggiungere la spiaggia, quando si ascoltava quasi sempre la cassetta dei Londonbeat adorata da mio padre, In The Blood. Quando si andava in auto con mia madre era tutta un'altra musica: 'na lagna. Ora, non è che a me Anna Oxa abbia mai fatto schifo, però avrò ascoltato Oxa quasi ogni giorno per almeno 3 anni. Fate voi.

Playlist n.1
I've been thinking about you - Londonbeat
In The Blood - Londonbeat
A lei - Anna Oxa

Poi arrivò il 2000. Ai tempi, avendo capito che i miei, soprattutto mia madre, non avrebbero mai comprato CD nuovi, così rovistai nella roba di mio fratello, dove scoprì quelle sgallettate di Britney e Christina. Erano i tempi di Buffy e dei Backstreet Boys... Che nostalgia.

Playlist n.2
... Baby One More Time - Britney Spears
Genie In A Bottle - Christina Aguilera
Everybody - Backstreet boys

Poi sono arrivati i tempi del disagio adolescenziale. Ho iniziato la lenta decadenza con i Blue. Ero così in fissa con quei 4 palloni gonfiati che compravo dozzine di Cioè solo per i loro poster. Poi c'è stata la svolta veramente imbarazzante... Tokio Hotel. Si, sono stata una bimbaminchia, lo ammetto; la cosa mi fa ridere, ma non me ne pento. Tutto sommato, Monsoon non è una canzone orrenda... Era il frontman della band che era imbarazzante.

Playlist n.3
Walk Away - Blue
Monsoon - Tokio Hotel
Scream - Tokio Hotel

Poi, grazie a Dio, sono cresciuta e sono passata a musica un po' più seria. Sempre grazie a uno dei miei fratelli, con dei gusti decisamente migliori del primo, sono passata ad ascoltare qualcosa di più rock: Red Hot Chili Peppers e i Cranberries.

Playlist n.4
Can't stop - RHCP
Tell me baby - RHCP
Zombie - The Cranberries
Dreams - The Cranberries

Poi è arrivata Adele. Ho amato pazzamente 21. Un album che mi ricorda le due settimane trascorse in Inghilterra. Ogni volta che lo ascolto, mi sento invasa da una bella sensazione, nonostante le canzoni abbiano un testo uno più triste dell'altro.

Playlist n.5
Turning Tables - Adele
Rolling in The Deep - Adele
Set fire to the rain - Adele

E poi c'è il presente. Al momento, ci sono 3 album che vanno a ripetizione nel mio mp4 (non sono mai stata una tipa estremamente tecnologica, perdonatemi; perciò, niente Ipod): Bad Blood, Born To Die, e l'ultimo arrivato, Museica.

Playlist n.6
Icarus - Bastille
Off To The Races - Lana Del Rey
Avrai Ragione Tu (Ritratto) - Caparezza

Questa è la musica di una vita. Ridicole o meno, queste sono le canzone che mi fanno pensare alla mia storia.


9 commenti:

  1. La musica è legata alla memoria. Certi periodi me li ricordo proprio perché legati a un gruppo, a una canzone. Posso dirne tanti: Battiato, CCCP e CSI, Clash, Guns N' Roses , Guccini, Velvet Underground, Rino Gaetano, Jefferson Airplane ma solo uno è il gruppo fondamentale, quello che un po’ retoricamente potrei chiamare il gruppo del mio cuore: i Doors. Ho chiamato il mio blog Strani giorni in onore di una loro canzone e di un loro album: Strange days.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante, non conoscevo questa canzone... Corro ad ascoltarla!

      Elimina
  2. La musica ha infarcito anche i miei 30 anni di vita (e lo si capisce fin dal titolo, relativo al pezzone dei miei Motorhead).
    Ed è bello che sia così.
    Insomma... tanti auguri :)

    RispondiElimina
  3. I Blue, quanti ricordi! Si vede che siamo della stessa generazione! :D
    Comunque credo che non si possano giudicare "ridicole" le scelte musicali di qualcuno, soprattutto se le canzoni in questione ricordano qualcosa di importante. Detto questo, buon compleanno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Blue... Dio, quanto mi fa sentire idiota pensare a quel periodo!
      Grazie per gli auguri <3

      Elimina
    2. Guarda che io avevo pure il poster... ma non diciamolo troppo in giro! XD

      Elimina
  4. "Perché a vent'anni è tutto ancora intero
    perché a vent'anni è tutto chi lo sa.
    A vent'anni si è stupidi davvero
    quante balle si ha in testa a quell'età."

    Ti dedico Guccini, che ha attraversato la mia adolescenza scontrandosi con molti degli artisti che hai citato qui (e con altri pure più imbarazzanti dei Blue!)

    Auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica male dedicarmi Guccini! Grazie mille <3

      Elimina

Uno dei motivi per cui tengo in vita questo blog è sentire LE VOSTRE opinioni. Mi piace confrontarmi, quindi commentate. Mi renderete una persona più felice :)